Home

Chi sono

Collaboratori

Contatti

Attività

Photogallery

Meteo





Gli Amici

Dolce & Salato

Consigli

I Link


l'Album dei Ricordi

RegolamentoPrivacyNewsletter
 
     
Trekking nel
Gruppo del Marguareis
Alpi Liguri

L’anno passato io e Cristina abbiamo fatto il giro del Marguareis, o meglio, questa era la nostra intenzione. Poi, parlando la sera con quelle grandi risorse che sono spesso i rifugisti delle nostre montagne, e seguendo le  indicazioni e i suggerimenti che ci davano, a volte bisbigliandoceli in un orecchio, quasi si trattasse di un segreto, ne è uscito un giro che con il percorso classico ha ben poco a  che vedere, ma che forse proprio per questo abbiamo trovato parecchio più interessante, al punto che ci è venuta la voglia di proporlo agli amici di Montimania  in questa sua inedita veste.  Attraverseremo valloni solitari, percorreremo canali poco frequentati e, per non farci mancare nulla, saliremo le cime più importanti del massiccio. Certo, così  fatto diventa un giro un poco più impegnativo di quello classico (pur restando in ambito escursionistico), i dislivelli diventano considerevoli e ancor di più aumentano i tempi di percorrenza, tuttavia per chi è sufficientemente allenato, e qui bisogna esserlo parecchio, è un’occasione per vedere posti che difficilmente sono riportati sulle guide turistiche. 


Ecco il programma di questi cinque giorni:


1° giorno.  Sveglia di buon’ora e partenza con le nostre auto alla volta del Rifugio Pian delle Gorre, posto alla testata della Valle Pesio. Da qui risaliremo il Vallone Serpentera e quindi, con un panoramico traverso il Pian del Lupo. Dopo una breve sosta al Rifugio Piero Garelli, scavalcheremo la Porta Sestrera per scendere in Valle Ellero. Cena e pernottamento al Rifugio CAI Havis De Giorgio – Mondovì.

Località di partenza - Rifugio Pian delle Gorre, Chiusa Pesio (CN)
(1032 m s.l.m.)
Località di arrivo - Rifugio Città di Mondovì
(1761 m s.l.m.)
Punto più alto - Porta Sestrera
(2225 m s.l.m.)
Dislivello in salita - 1190 m
Dislivello in discesa - 520 m
     
Punti di appoggio intermedi - Rifugio Piero Garelli
(1965 m s.l.m.)
Difficoltà - E
 

2° giorno. Ci aspettano due cime; questa è infatti la giornata più dura del trekking, ma probabilmente la più bella. Dal Rifugio Mondovì, in ambiente isolato e selvaggio,  raggiungeremo la Cima delle Saline (2618 m). Da qui, scenderemo al Passo delle Saline e quindi, con una lunga traversata per dossi costellati di Stelle Alpine, il Bocchin delle Scaglie. Dalle Scaglie si sale in breve al Monte Mongioie (2630 m), per ridiscendere sul versante opposto al Bocchin dell’Aseo. Un’ultima discesa ci porterà infine al Rifugio CAI Mongioie, in Alta Valle Tanaro.

Località di partenza - Rifugio Città di Mondovì
(1761 m s.l.m.)
Località di arrivo - Rifugio Mongioie
(1555 m s.l.m.)
Punto più alto - Monte Mongioie (2630 m s.l.m.)
Cima delle Saline (2618 m s.l.m.)
Dislivello in salita - 1395 m
Dislivello in discesa - 1600 m
     
Punti di appoggio intermedi - Nessuno
Difficoltà - E (EE per un breve tratto)
 

3° giorno. Dal Rifugio Mongioe ci si abbassa fino quasi a Carnino, per risalire il bellissimo Vallone delle Saline, e quindi, con percorso non obbligato, la Cima di Pian Ballaur (2603 m) i cui versante orientale è solitamente frequentato dai camossci. Dalla cima, si ridiscende al Colle del Pas, per raggiungere la Porta Sestrera e quindi il Pian del Lupo. Cena e pernottamento al Rifugio CAI Piero Garelli, dove siamo passati il primo giorno.

Località di partenza - Rifugio Mongioie
(1555 m s.l.m.)
Località di arrivo - Rifugio Piero Garelli
(1965 m s.l.m.)
Punto più alto - Cima di Pian Ballaur
(2603 m s.l.m.)
Dislivello in salita - 1170 m
Dislivello in discesa - 940 m
     
Punti di appoggio intermedi - Nessuno
Difficoltà - E (EE la salita alla Cima di Pian Ballaur)
 

4° giorno. Dal Rifugio Piero Garelli, risaliremo il Vallone del Marguareis, per tornare al Colle del Pas. Da qui  raggiungeremo in ambiente carsico il Colle dei Torinesi, e quindi la Cima Marguareis (2651 m), la Vetta più alta del gruppo. Dopo una doverosa sosta in cima, discenderemo con percorso molto semplice l’accogliente Rifugio Don Barbera, posto nei pressi del confine Italia – Francia, dove pernotteremo.

Località di partenza - Rifugio Piero Garelli
(1965 m s.l.m.)
Località di arrivo - Rifugio Don Barbera
(2079 m s.l.m.)
Punto più alto - Cima Marguareis
(2651 m s.l.m.)
Dislivello in salita - 860 m
Dislivello in discesa - 750 m
     
Punti di appoggio intermedi - Nessuno
Difficoltà - EE (E per 1/3 del percorso)
 

5° giorno. Dal Rifugio Don Barbera, sconfineremo in terra francese per attraversare il Pian Ambreuge e raggiungere la Colla Piana di Malaberga, dalla quale si rientra in Italia. Dopo aver raggiunto il Gias Ortica ed essere risaliti brevemente al Passo del duca, si raggiunge il Colle di Prel. Da qui, si raggiungono le sorgenti del Pesio, e in breve il Rifugio Pian delle Gorre.

Località di partenza - Rifugio Don Barbera
(2079 m s.l.m.)
Località di arrivo - Rifugio Pian delle Gorre
(1032 m s.l.m.)
Punto più alto - Capanna Morgantini (chiusa)
(2237 m s.l.m.)
Dislivello in salita - 300 m
Dislivello in discesa - 1340 m
     
Punti di appoggio intermedi - Nessuno
Difficoltà - E
 




ISCRIVITI

Versione Stampabile

Scala delle Difficoltà

Meteo













Nota. Come detto si tratta di un trekking piuttosto impegnativo, sia dal punto di vista dei tempi (calcolati al netto delle soste) e dei dislivelli, ma anche, e forse soprattutto, degli ambienti selvaggi che andremo ad attraversare, i quali proprio perché tali, richiedono una buona capacità di movimento su terreno impervio, ma anche totale assenza di vertigini, dal momento che percorreremo qualche breve tratto esposto. Nulla di tecnicamente difficile, intendiamoci, ma da affrontarsi assolutamente con il necessario allenamento e con grande motivazione.











Equipaggiamento - Da escursione : Scarpe da trekking.
Sacco lenzuolo (obbligatorio nei rifugi), utile una lampada frontale.
Per qualche altro consiglio guarda qui
Pasti - Cena e Prima colazione presso le strutture indicate per i penottamenti. Pranzo al sacco a carico dei partecipanti, da prevedere alla partenza per tutti i 5 giorni di trekking.



Mezzo di Trasporto - Auto proprie
Sei senza auto ? Contattami
Punti e Orari di Ritrovo - Parcheggio Decathlon di Baranzate, Ore 5.00
    E' possibile concordare punti e orari di ritrovo
differenti :
contattami
     
     
La quota include - Accompagnamento professionale a norma di legge.
La quota non include - Spese di viaggio, pernottamenti, pasti, bevande, extra di ogni genere, e tutto quanto non indicato alla voce "la quota  include"
Numero  Partecipanti - Massimo 10, non c'è numero minimo



Per qualsiasi ulteriore chiarimento si rendesse
necessario, non esitare a contattarmi




home - chi sono - collaboratori - attività - photogallery - meteo

montimania.it
di Marco Fiorito - Accompagnatore di media Montagna Regione Lombardia